Se usciamo dalla caverna, dove andiamo?

grotta_uscita_02

 

 

 

 

 

 

 

 

“Vediamo, ora, come potrebbero sciogliersi dalle catene e guarire dall’incoscienza. Ammettiamo che capitasse un caso come questo: uno di loro viene sciolto, costretto improvvisamente ad alzarsi, a girare attorno la testa, a camminare e alzare lo sguardo verso la luce. Così facendo proverà dolore e il bagliore lo renderà incapace di vedere quegli oggetti di cui prima vedeva le ombre. Che cosa credi che risponderebbe se gli si dicesse che prima vedeva cose vuote prive di senso, ma che ora, essendo rivolto verso oggetti più reali, può vedere meglio? E se, mostrandogli anche ciascuno degli oggetti che passano, lo si costringesse a rispondere che cosa sono, non credi che rimarrebbe dubbioso e considererebbe più vere le ombre che vedeva prima rispetto a quelle che vede adesso?” [Platone, Repubblica]


 Sono aperte le isscrizioni per  il 18° Corso residenziale di Acutoacuto_banner_2016